Your search results

Le Zone

PIANO INTERRATO

BOX E CANTINETTA-RIPOSTIGLIO
Saranno realizzati con pavimentazione a superficie con quarzo e cemento lisciata su massetto in calcestruzzo di colore grigio, pareti verticali parte in c.a. a vista e in parte in muratura di blocchi cavi di calcestruzzo a vista, soffitto in cemento armato a vista.

APPARTAMENTI

SOGGIORNO, DISIMPEGNO, CAMERE DA LETTO
Pavimento in gres porcellanato a tinta unita con formato piastrella di cm 40*40 – 60*60 – 30*60 o parquet del tipo prefinito sp. mm 10 .nelle essenze rovere chiaro, scuro, sbiancato come da campionatura. Pareti e soffitto intonacati con intonaco tipo “pronto e gesso”.

CUCINA

Pavimento in gres porcellanato a tinta unita con formato piastrella di cm 40*40 – 60*60 – 30*60 o parquet del tipo prefinito sp. mm 10 .nelle essenze rovere chiaro, scuro, sbiancato come da campionatura. Rivestimento parete attrezzata verticale in ceramica fino ad altezza di circa cm. 160 con piastrella di cm 30*30 – 40*40 – 30*60 – 20*20 – 10*20, parte restante pareti verticali e soffitto intonacati con intonaco completo al civile o intonaco pronto gesso. Nel caso in cui i rivestimento di cui sopra non venisse realizzato nessuna differenza sarà dovuta. Per angoli cottura prevista parte restante delle pareti verticali e soffitto intonacati con intonaco tipo “pronto e gesso”.

BAGNO

Pavimento in ceramica smaltata monocottura o gres porcellanato a tinta unita con formato piastrella di cm. – 40*40 – 30*60 – 60*60 Rivestimento pareti verticali in ceramica fino ad altezza di cm 200 con piastrella di cm. – 40*40 – 30*60 – 20*20 – 10*20, parte restante pareti verticali e soffitto intonacati con intonaco completo al civile.

NOTE

Le fotografie contenute nella presente descrizione hanno puramente scopo illustrativo e non sono in ogni modo vincolanti ai fini realizzativi. Alla Parte Venditrice e alla Direzione Lavori è data facoltà di introdurre varianti al progetto per il migliore sfruttamento delle aree come pure di introdurre quelle varianti che si rendessero necessarie alle strutture, ai servizi della casa (come scarichi, canne fumarie, colonne montanti, cassonetti interni verticali e orizzontali), alla distribuzione degli apparecchi sanitari e a quant’altro fosse eventualmente prescritto dalle competenti autorità comunali in funzione dell’ottenimento dei nulla osta alla costruzione ed alla abitabilità. E’ inoltre facoltà della Parte Venditrice e della Direzione Lavori apportare in modo esclusivo e a proprio insindacabile giudizio tutte le modifiche che si ritenessero necessarie alle opere sopra descritte purché i materiali utilizzati abbiamo qualità e caratteristiche di pari livello. Non sono da ritenersi valide le misure prese in scala da disegni, brochure e pubblicità, anche se tale documentazione fosse fornita dalla proprietà.

Compare